La lezione americana

Dopo quasi due mesi passati viaggiando e cercando di essere il meno possibile un turista, si imparano tante cose su un paese. L’immagine che abbiamo noi degli Stati Uniti e degli americani e’ piena di pregiudizi. Gli americani sono un popolo fiero, combattivo, aperto, organizzato. Con un sacco di cose positive.

IL CIBO

oysterhouse

In America si mangia benissimo, meglio che in Italia, mi dispiace dirlo, ma qui la varieta’ di cucine e la qualita’ e la convenienza sono molto migliori che in Europa. Forse qualche vetta culinaria non la raggiungono, ma non andate a mangiare da “Aimo e Nadia” tutti i giorni, no?

LA DETERMINAZIONE

ground0

A questi non li butta giu’ niente. Ne’ gli attentati, ne’ gli uragani. Se prendono una mazzata si rialzano, si danno una sistemata e scrollando le spalle continuano ad andare avanti senza vittimismi o fatalismi.

LO SPORT

liberty3

Sarebbe meglio dire GLI sport. Ce ne sono un sacco, di altissimo livello, entusiasmanti. Gli americani amano lo sport, praticarlo e guardarlo. Tifano appassionatamente, ma la violenza sportiva e’ un concetto che proprio non esiste. Forse noi calciofili, utras delle varie curve dovremmo imparare qualcosa. Inoltre ogni citta’ e’ dotata di ottimi impianti sportivi gratuiti.

L’ORGANIZZAZIONE

parking

Anche se a volte sembra maniacale, qui se una cosa va fatta, la si fa. E funziona.

LA NATURA

PROSPECTPARK

Dai canyon, agli oceani, ai fiumi e laghi ai parchi cittadini gli americani amano la natura e cercano di difenderla. Non esiste citta’ senza alberi, parchi e giardini.

LA CORRETTEZZA

churrasco3

Se un cameriere ti schizza col sugo ti offrono la cena, se un lbro ha una piega ti fanno lo sconto del 30 per cento. E’ una correttezza figlia del materialistico “You get what you pay for”, nel bene e nel male, ma e’ una forma di serieta’.

LA SOCIEVOLEZZA

viamatta2

Gli americani amano parlare, anche con gli sconosciuti. Se iniziate a chiacchierare con qualcuno al bar non gli passa nemmeno per la testa che possiate essere un rompiscatole o che volete rimorchiare, ma vi ascoltano e parlano amabilmente.

LA VOGLIA DI FARE

building3

E’ quasi avidita’, ma costruttiva, propositiva. Quella forma di avidita’ che porta a cercare di fare sempre qualcosa di nuovo, di meglio, a non accontentarsi.

L’ETEROGENEITA’ CULTURALE

cop

Non e’ piu’ solo una faccenda di matrimoni misti, di melting pot. Ormai gli incroci sono di terza, quarta generazione. E’ nata una nuova razza (vogliamo chiamarli I Postamericani?), con nuovi gusti, nuove forme di espressione. E prima o poi succedera’ anche da noi, tanto vale capirlo subito: la fusion arricchisce la vita.

Ovviamente questo non fa degli Stati Uniti il paese perfetto. Ha i suoi difetti, i suoi problemi. Ma mi sono voluto soffermare in particolare su questi aspetti perche’ sono delle cose che noi potremmo imparare da loro. E siccome l’Italia e’ un paese infinitamente piu’ bello e ricco di arte, natura e cultura degli Stati Uniti, dovremmo riuscire a valorizzarci di piu’. E in questo, nel valorizzarsi, gli americani sono davvero maestri. Non dico che dovremmo americanizzarci. Per carita’. Lo siamo gia sin troppo, per le cose sbagliate pero’.

Advertisements

3 pensieri su “La lezione americana

  1. Barbara

    Bellissimo post Marco, giò prima la voglia di visitare l’America era tanta adesso ancora di più peccato per ora manchino tempo e soldi ma sicuramente appena potrò…

  2. poponica

    complimenti per questa chiusura, anche se te li mando in ritardo mi è molto piaciuta questa valutazione, sia dell’America sia dell’Italia.
    Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...