Archivio mensile:dicembre 2008

Il dono: un’ottima forma di comunicazione.

 gift

Visto che siamo a Natale ho pensato di riunire alcuni casi e testimonianze che dimostrano la forza comunicativa del dono. Regalare un libro, un’idea, un contenuto è spesso non solo un gesto meritevole dal punto di vista etico, ma anche premiante in termini di comunicazione. Nulla di nuovo, ma ricordare sotto Natale i casi e le teorie più importanti è forse il miglior “post di Natale” che si possa fare.

L’economia del dono è un concetto che si ritrova sin dai tempi dei Nativi Americani: QUI.

Chris Anderson ha teorizzato e messo in pratica la forza del Gratis (FREE): QUI.

C’è chi ne ha fatto una strategia: http://www.strategyofgiving.com/

Luca De Biase ha scritto un libro sull’economia della felicità: QUI.

Joi Ito, a capo del progetto Creative Commons, che sta rivoluzionando il concetto di diritto d’autore e Intellectual Property sta pubblicando FreeSouls (lett. Anime Libere) una celebrazione di coloro che vogliono condividere: QUI.

I RadioHead hanno lanciato il loro disco regalandolo: QUI.

La lista potrebbe proseguire all’infinito. Il concetto di fondo è che donare qualcosa non è solo un gesto morale nobile, è anche una strategia di comunicazione efficace

Donare serve a dimostrare che si crede in quello che si fa al punto di farlo provare gratis, serve a costruire fiducia, a farsi conoscere e ricordare per quello che si è costruito.

Donare è anche la logica base del web. Ti dò un servizio FREE e poi ti “vendo” gli upgrade. Un concetto semplice eppure che sta rivoluzionando un’economia basata sulla produzione e non sul godimento, dove se ti andava bene avevi l’assaggino di prosciutto al supermercato.

Un modello economico, quello del dono, che si sta facendo strada e forse sta alla base della crisi di tanti altri modelli. A proposito di crisi, chiudo con un altro piccolo dono di ottimismo: alcune parole tratte da una bellissima intervista a Sergio Marchionne, ripresa da Alfonso Fuggetta, dove si parla di una nuova filosofia:  “una filosofia dove il merito prevale sulle conoscenze, la leadership sull’autorità, la ricerca dell’eccellenza sulla mediocrità, lo spirito competitivo su una visione egocentrica e l’affidabilità sulle vane promesse”. 

Altri esempi di economia del dono o di dono come strategia di comunicazione?

Annunci

Dicembre… un mese in cui ho girato molto

Per lavoro, moltissimo. Ma anche un ritorno a Genova, città ammaliante e rivisitata grazie a una strana forma di baratto moderno: ospiti in un Hotel ricco di fascino in cambio di qualche insegnamento su come usare il web per promuoverlo.

Poi serate e aperitivi milanesi, molti per lavoro, qualcuno con preview sul futuro, altri con gli urban wine.

Tanta street art, prima in un freddo week end in brianza, poi per lavoro, con i più noti street artist italiani a Bologna che dipingevano dal vivo al Motor Show e che ora hanno messo le loro opere all’asta (scade domani).

Una conferenza e cena a seguire dove ho avuto la fortuna di ascoltare da vicino Joi Ito e farne un piccolo racconto dal vivo in modo poco convenzionale, ma condiviso con persone interessate.

Una domenica piovosa passata con 90 appassionati di motori, e ora sono proud member del Punto Racing Club.

Ho migrato il blog su wordpress.com, come dicevo a Wolly, che non viene mai ringraziato abbastanza per la sua dedizione a WP, è più comodo. L’hosted version serve solo se hai particolare esigenze di design.

Ho ricevuto la mia scatola di un gioco di società ironico e carino, la versione “blog” del monopoli, in cui i due creatori, Marco e Juliette mi hanno incluso in due carte imprevisti manco a dirlo legate al cibo e al tennis: http://www.blogstargame.com/

Poi lavoro, lavoro, lavoro. Dicembre è il mese in cui si va a caccia di budget avanzati dall’anno in corso e di quelli nuovi. Poi arriva Natale, ormai è qui e tutto si ferma. [continua…]

Le 91 tesi di Gianluca (LETTURA OBBLIGATORIA)

[mini]marketing è uno dei blog che seguo da sempre per la pulizia, lo stile, l’intelligenza e l’acume delle posizioni riguardo il marketing e l’assunto [mini] che sono finiti i tempi dei BIG spender, BIG budget, BIG… Lo dice anche Seth Godin che “Small is the new big“..

Stamattina esce il suo ebook, in distribuzione gratuita per merito di Antonio Tombolini. L’ebook si chiama:

[mini]marketing 91 discutibili tesi per un marketing diverso

Ha un solo difetto, secondo me: è gratis. Nel senso che la conoscenza di valore deve avere un prezzo, altrimenti si rischia di considerarla meno di quel che è. Dunque approfittatene: SCARICATELO, leggetelo e poi penserete a come sdebitarvi con il suo autore.

P.S.: L’USCITA DEL E-BOOK ACCOMPAGNA LA NUOVA VESTE GRAFICA DI APOGEO ON LINE: BENVENUTO

1,2,3 Mariastella.

Sobria, semplice, diretta il Ministro della Pubblica Istruzione MariaStella Gelmini apre un canale su youtube con un video di 27 secondi senza fronzoli, grafiche, effetti speciali, ma con già in poche ore oltre 21.000 views e 700 commenti. Uno dei pochi politici che ha capito che su Internet la sostanza conta più della forma. Vediamo come prosegue. Ecco il transcript:

“Ho deciso di aprire un canale su YouTube perchè intendo confrontarmi con voi sulla Scuola e sull’Università. Voglio accogliere idee, progetti, proposte, anche critiche. Una cosa però non farò mai: quella di difendere lo status quo o di arrendermi ai privilegi o agli sprechi. Dobbiamo avere il coraggio di cambiare e lo dobbiamo fare insieme.”

MEDIASAURUS. I mass media di oggi sono i fossili di domani (Michael Crichton, Wired, 1993)

Grazie a Gianni Lombardi che lo aveva tradotto all’epoca, riscopro oggi questo discorso di Michael Crichton tenuto presso il National Press Club nell’Aprile 1993. Ve lo riporto integralmente, interessante anche il prototipo di licenza in calce.

All’epoca, come ricorda Gianni, “accedere a Internet non era tanto facile. Il modo per ricevere “contenuti” da Wired si attuava prevalentemente via e-mail. Si mandava un messaggio  a uno specifico indirizzo e si riceveva in modo automatico o  semiautomatico l’articolo che interessava.”

Ciononostante le osservazioni di Crichton sono al centro del dibatti di oggi su informazione e (sic) nuovi media. Leggetelo: anche se è lungo è illuminante.

Scarica qui il PDF di Mediasaurus