Archivio mensile:aprile 2008

Crescere piano, crescere fort(i)

goodthingsshot.jpg

Se ci pensate bene, in fondo, coltivare e crescere una rete, un network è un’operazione fatta di pazienza e lavoro quotidiano, di rispetto per l’altro e di contenuti. Forse chi (aziende, giornalisti, persone) ha problemi con Internet o non lo capisce ha solo troppa fretta. Il premio per chi sa aspettare è un sistema di legami che ci è destinato a durare nel tempo.

Annunci

Tough love*

Ciao ragazzi…certo che potete postare il video sul blog..ne sarei onorato! […]

Non passa giorno che non ci capiti di avere riscontri dalle persone della loro passione. La frase sopra è la risposta di un ragazzo a cui abbiamo chiesto se potevamo postare sul blog di un’azienda nostra cliente il video che aveva girato e montato lui a un evento.

Dicevo non passa giorno in cui non torni indietro amore, passione, interesse per i prodotti e le aziende con cui abbiamo la fortuna di lavorare.

Basta abbattere le barriere: dalla gente si prende qualche spintone, ma anche un sacco di amore.

*= Tough love vuol dire amore duro, quello che ti dice le cose in faccia nel bene e nel male. Applicato a Internet e le marche è un’espressione usata per la prima volta da Robert Scoble in Naked Conversations.

Come vendere una moto su Twitter in 23 minuti

Twitter è una specie di blog ridotto a sms, scrivi 140 caratteri al volo, i tuoi amici li leggono, rispondono, fai sapere cosa stai facendo in quel momento. Nonostante le possibilità estremamente ridotte è iperattivo. Non ho certo bisogno di essere convinto delle possibilità relazionali del web e del valore delle nicchie, ma quello che è successo stamattina mi ha davvero colpito. Ecco la successione degli eventi:

– ore 11:16 Mi scrive Nicola da Londra, che sta rispedendo il suo Ducati in Italia, per chiedermi se posso assisterlo da Milano per la vendita

– ore 11:22 Giusto per scherzare posto su Twitter il seguente annuncio: Qualcuno è interessato a un Ducati Monster 620ie dark maggio 2004 Km 6.500 prezzo €3.500 tratt, batt nuova, buone condiz.

– ore 11:26 B. via Twitter mi scrive: fichissimo!!! solo che portarla a Londra mi sa di complesso. è a milano?

– ore 11:27 rispondo a B. che (incredibilmente!) la moto è proprio a Londra

– ore 11:29 B. e Nicola (due perfetti sconosciuti con esigenze incrociate) si stanno scrivendo via mail

B., Nick…poi fateci sapere se la vendita è andata in porto..

( Maybe we’re all 1 Twit away )

Content is King, ma il contenuto di chi? (AdAge)

Una delle leggi fondamentali del Web è che “Content is king“, il contenuto è determinante. A partire da come un sito viene valutato dai motori di ricerca per arrivare alla capacità di una presenza sul web di attirare e aggregare le persone. Anche nelle strategie virali, content is king: se creo contenuti rilevanti, nuovi e interessanti, posso aspettarmi che le persone interessate se lo segnalino tra di loro.

Advertising Age, in un articolo di pochi giorni fa, va addirittura oltre e ipotizza che la capacità di aggregare contenuti (anche se di altri) rischi di diventare ancora più importante.
Continua a leggere

Grazie a tutti

Nonostante l’unico giorno di pioggia a Milano nell’ultimo mese è stata una serata piacevole.

Sono dovuti un po’ di ringraziamenti. Innanzitutto a Giovanni Boccia Artieri, autore della prefazione, a Antonio Sofi (seguite Quinta di Copertina è uno dei prodotti editoriali più freschi che abbia visto negli ultimi tempi) e a Manuela Crippa che ha raccontato l’esperienza Fiat di questi anni, suscitando molto interesse.
Continua a leggere