Archivio mensile:settembre 2013

Unboxing the “Autographer”. La macchina fotografica che scatta da sola.

Autographer1Autographer2Autographer3Autographer4Autographer5Autographer6
Autographer7Autographer8Autographer9Autographer10Autographer11Autographer12
Autographer13

Autographer @ Blogfest 32013, a set on Flickr.

Il Wearable Computing (definizione) sta affermandosi come una tendenza dalle molte applicazioni pratiche. Se da un lato siamo ancora lontani da una integrazione profonda con capi di abbigliamento e accessori, dall’altro i primi “SmartWatch” stanno facendo capolino sul mercato. Continua a leggere

Annunci

La responsabilità del link

È stata da poco pubblicata una sentenza contro Il Post e il suo direttore Luca Sofri che trovo contenga molti elementi di riflessione e di preoccupazione su come la rete è vista e interpretata non solo dall’opinione pubblica e dai media, ma anche dalle nostre istituzioni e dalla nostra magistratura. Quanto segue è un mio parere basato sulle mie (poche) conoscenze e studi giuridici, ma credo meriti un ragionamento pubblico con chi si occupa di rete e diritto. Continua a leggere

Le 10 tecniche usate per far durare di meno i nostri telefoni. E la “E-Waste”: l’immondizia digitale che producono.

Viviamo (e decisamente meglio) grazie agli smartphone. Sono strumenti talmente utili che li cambiamo ogni 12 mesi. Ma li cambiamo ogni 12 mesi perché il progresso corre così veloce o perché c’è qualcosa che non sappiamo? Continua a leggere

Sponsorizzare un sistema operativo

Scopro leggendo Twitter in serata e trovo molto significativa l’operazione Android / KitKat per vari motivi. Android, il sistema operativo per smartphone di Google, da sempre nomina le sue versioni con il nome (generico) di snack o dolci: Donut, Ice Cream Sandwich etc etc. Lo fa in omaggio al culto degli snack tra i programmatori e alla abitudine di offrire snack ai propri dipendenti da parte del colosso di Mountain View. Questa volta, però, lo snack é molto famoso ed é un brand.
Continua a leggere

Perché i bambini coreani imparano 10 volte più velocemente di quelli italiani

Dai tram ai treni, ogni aspetto della vita pubblica a Seoul è tracciato via WiFi o RFID. Sopra la Control Room dei trasporti pubblici della capitale coreana.

Seoul è stata di recente dichiarata la “Most Connected City” in the world. In Corea del Sud, non a caso, il 95% delle case ha un acceso broadband e, secondo il rapporto Akamai 2012, la Corea è il paese con il più alto tasso di velocità di connessione broadband, circa 10 volte quella dell’Italia!

Continua a leggere