Archivio mensile:agosto 2006

BlogDay 2006

Il Blogday è un’iniziativa molto interessante , per un giorno ogni Blogger segnala 5 altri Blog, possibilmente diversi dall’argomento di cui tratta, un modo di scambiarsi segnalazioni e di ritrovarle tutte grazie ai Technorati Tags: BlogDay2006.

Andiamo coi miei cinque (rigorosamente off topic, cioè non Blog che parlino di Blog o web marketing):

I 5 blog segnalati da Marco (in ordine sparso)

Gaping Void (ENG, un ex copywriter, famoso blogger e delizioso vignettista)

Bloghdad (ITA, il Blog di Enzo Baldoni dall’Iraq nel 2004)

Sexy latex (ENG, Un bel Blog di fotografia fetish, c’è a chi je piace)

M-O-D (ITA, Un Blog su musica e pubblicità e musica nella pubblicità)

Lo Spritz (ITA, il Blog del mio grande amico Nic da Londra, un po’ di nepotismo dai…)

Vedi il sito del Blog Day

730 giorni o 730 minuti?

Due anni fa, il 26 agosto 2004, Al Jazeera dava la notizia della morte di Enzo Baldoni. Da allora non si è saputo più nulla. Né di ciò che gli è veramente successo, né delle sue spoglie (più volte “Ritrovate!” secondo Maurizio Scelli, ma mai davvero).

Sono passati due anni e per tutti coloro che hanno vissuto la scomparsa di un amico sembrano passate poche ore. Non solo dal dolore della notizia, ma soprattutto dal calore della sua presenza.

Oggi sul suo Blog e’ stato pubblicato il testo di una canzone che Samuele Bersani gli ha dedicato.

Enzo avrebbe detto: “Sono solo canzonette!”, ma questa canzonetta e’ per lui.

Planespotting

muro.jpg

Mi sono sempre piaciute le isole perche’ hanno questi piccoli aeroporti incastonati in mezzo all’unico pezzo di terra pianeggiante disponibile e con una strada perimetrale. Cosi’, mettendosi a fine pista, gli aerei decollano proprio sopra la tua testa. Mentre raggiungo gli altri in spiaggia faccio una sosta per il “Planespotting”: ci si mette li’, di fronte a un terrapieno, sperando che dalla sommita’ si alzi in volo qualcosa. Aspetto venti minuti ed eccolo: il primo aereo e’ un piccolo jet che non fa molto rumore e mi fa capire che sono spostato di almeno venti metri dalla pista. Mi metto nel posto giusto e poco dopo un rombo potente annuncia qualcosa di grosso.
E’ meglio di quello che mi aspettassi: dalla pista si alza un F16 armato.

caccia1.jpg

Il frastuono e’ assordante, vibra tutto, la moto, la terra, l’aria. Il caccia si allontana in un istante guardandomi negli occhi con i suoi motori infuocati. Mi devo tappare le orecchie e temo che la scia di coda mi ustioni. Troppo potente, troppo veloce: non riesco a fotografarlo. Passa qualche istante e un altro rombo annuncia un altro aereo. E’ un altro F16. Anche questo potentissimo e velocissimo, ma stavolta riesco a fotografargli la pancia carica di bombe e la scia da lontano.
Corro in spiaggia esaltato e decidiamo di tornare e fare teamwork. Xavier si apposta alle partenze e quando un aereo inizia a rullare in pista ci fa uno squillo sul cellulare, cosi’ ci prepariamo con le macchine. Con un messaggio Xavier ci annuncia un piccolo bimotore prossimo al decollo. Squillo, posizione: eccolo! Siamo meglio di Al Qaeda.
A quel punto un militare si avvicina e ci urla “NO PHOTO HERE”. Io e Nicola ci diamo e raggiungiamo Xavier. Ma quando siamo prossimi alla pista vediamo un 747 che rulla. Dietrofront, lasciamo la moto qualche decina di metri lontano e ritorniamo al punto di prima camminando accovacciati per non farci vedere. Xavier squilla, il 747 romba e poi appare dentro i nostri obiettivi. Scatto (fotografico) e scatto (di corsa) per tornare alla moto. La nostra attivita’ di terroristi della fotografia finisce qui: andiamo a celebrare con una birra.

IO BLOGGO LA MIA VACANZA CON
Questo sito partecipa a “Blogga la tua vacanza con TUI” il concorso che premia i racconti di viaggi pubblicati su siti e blog. Scopri tutte le informazioni sul concorso sul sito di TUI Italia.

Grilled Feta

Il tipico formaggio greco “Feta” divide il pubblico in due: amanti della sue leggerezza e non troppo entusiasti della sua acidita’.

Qui in Grecia lo servono anche grigliato. Lo si avvolge nella stagnola con un filo d’olio due fettine di peperone verde e due pezzi di pomodoro. Dopo due minuti sul grill il Feta trova un’inaspettata morbidezza e perde la sua acidita’.


IO BLOGGO LA MIA VACANZA CON

Questo sito partecipa a “Blogga la tua vacanza con TUI” il concorso che premia i racconti di viaggi pubblicati su siti e blog. Scopri tutte le informazioni sul concorso sul sito di TUI Italia.

Madre Natura e’ una grande scenografa

Santorini e’ piu’ grandiosa dell’Acropoli. Un lato dell’isola e’ una parete semicircolare di 400 metri lunga venti chilometri che si affaccia sulla “Caldera”, il cratere sprofondato. Il Vulcano di Santorini ne ha cambiato la forma in modo drammatico nei millenni. Una volta era tutta rotonda, ora e’ rimasto solo un semicerchio. Questo vulcano ha fatto registrare nel corso della sua storia forse le eruzioni piu’ potenti della storia della terra, disseminando detriti e lava sino a Israele con colonne di cenere alte sino a 36 kilometri (36.000 metri, 4 volte e mezzo l’Everest).

L’altro lato dell’isola declina dolcemente verso il mare e verso spiagge di lava e ciotoli neri. Cosi’ ci si puo’ sdraiare su una spiaggia mediterranea o letteralmente sedere sul bordo di un vulcano e vedere il sole colare a picco dentro il cratere.


IO BLOGGO LA MIA VACANZA CON

Questo sito partecipa a “Blogga la tua vacanza con TUI” il concorso che premia i racconti di viaggi pubblicati su siti e blog. Scopri tutte le informazioni sul concorso sul sito di TUI Italia.

Eruzione a Santorini

Ne avevamo avvertito i primi sintomi allo sbarco, quando da Nea Kameni, un isolotto vulcanico emerso all’improvviso due secoli fa, si levavano fumo e lapilli. Ci siamo guardati e ci siamo detti: “o sono i peggiori fuochi d’artificio di sempre o sta succedendo qualcosa”.

Erano fuochi d’artificio, erano le prove per il grande spettacolo della sera. Alle 21.30 tutta Santorini e’ abbarbicata su qualunque cosa per assistere ai fuochi. E’ la ricostruzione di un’eruzione: dai primi borbottii e scintille a lapilli sparati in cielo, fino alla ricostruzione di crateri secondari, uno spettacolo unico incorniciato dal vulcano vero.

P.S.: Alla fine vi mostro le foto, tranquilli, intanto immaginate…


IO BLOGGO LA MIA VACANZA CON

Questo sito partecipa a “Blogga la tua vacanza con TUI” il concorso che premia i racconti di viaggi pubblicati su siti e blog. Scopri tutte le informazioni sul concorso sul sito di TUI Italia.